La chiusura di palestre e piscine ed alcune categorie di sport ha costretto molti sportivi a doversi reinventare e cercare un’alternativa per mantenersi in forma.

I più fortunati sono i possessori di attrezzatura da home fitness e quindi, seppur azzerando la parte sociale e di aggregazione, possono continuare ad allenarsi.

La maggior parte delle persone però, non ha questo privilegio ma… potrebbe avvicinarsi alla corsa, essendo quest’ultima di più facile accesso e con un costo iniziale contenuto.

Ma tutti possono correre? E come approcciarsi ad una disciplina in cui la tecnica viene spesso data per scontata?

Ci sono alcune categorie di persone con patologie che potrebbero rendere controproducente la corsa, c’è chi si trova in sovrappeso o addirittura in forte sovrappeso.

Qui di seguito il link per un mio articolo sull’argomento:

https://atftraining.it/correre-per-dimagrire-o-dimagrire-per-correre/

Ogni soggetto deve fare alcune considerazioni preliminari.

La regola universale per tutti resta quella di iniziare con calma ricercando la costanza, piuttosto che subito una intensità e volumi di lavoro elevati.

Anche per coloro che erano abituati a correre un paio di volte la settimana per poi integrare con la palestra o altro non dovrebbero, improvvisamente, aumentare il numero delle uscite.

Per quanto riguarda coloro che utilizzano o inizieranno ad utilizzare il tapis roulant, sarà bene ricordarsi che la corsa ha una biomeccanica diversa rispetto alla corsa all’ aperto.

Nel video che segue parlo specificatamente di questo aspetto e di quali caratteristiche analizzare per un eventuale acquisto:

Un metodo molto utilizzato per iniziare a correre (seguito anche da atleti evoluti per il recupero post infortunio) è quello di alternare la corsa con la camminata ad intensità sempre maggiori.

In questo modo, le nostre strutture avranno il tempo di adattarsi ai nuovi stimoli, le uscite saranno meno sofferte e saremo sempre più incentivati ad essere costanti. Quindi il doppio vantaggio di questa tecnica è quello di non andare subito a traumatizzare il nostro apparato locomotore, ed inoltre il non arrivare sfiniti ad ogni allenamento ci creerà un senso di benessere psicofisico che diventerà una spinta motivazionale ulteriore a non mollare. 

A seguire vi lascio un paio di esempi che potreste seguire per approcciarvi a questo bellissimo sport. Le progressioni sono generiche, ricordate di non forzare la progressione se gli allenamenti precedenti sono stati conclusi con fatica.

Le variabili da modificare sono molte, le durata di corsa camminata e loro intensità, il numero di serie, i riposi settimanali ecc…divertitevi a cambiare e giocare con i numeri per avere allenamenti stimolanti e divertenti. Ricordando che il vostro obbiettivo è la salute e lo stare bene con voi stessi.

BUON ALLENAMENTO A TUTTI!!!!!!

TABELLA LIVELLO 1

LUNEDI’3X(2’ CORSA 3’ CAMMINATA FACILE)= 15’
MARTEDI’RIPOSO
MERCOLEDI’3X(3’ CORSA 3’ CAMMINATA FACILE)= 18’
GIOVEDI’RIPOSO
VENERDI’4X(3’ CORSA 3’ CAMMINATA FACILE)= 24’
SABATORIPOSO
DOMENICARIPOSO

TABELLA LIVELLO 2 

LUNEDI’2X(15′ CORSA + 5′ CAMMINATA VELOCE)= 35’
MARTEDI’Riposo
MERCOLEDI’2X(20′ CORSA + 5′ CAMMINATA VELOCE)=45’
GIOVEDI’Riposo
VENERDI’2X(25′ CORSA + 5′ CAMMINATA VELOCE)=55’
SABATORiposo
DOMENICARiposo

Se vuoi cominciare a prenderti cura seriamente e con metodo del tuo corpo, clicca sul bottone in basso e sarai contattato per un consulto gratuito iniziale on line sulla piattaforma che decideremo insieme o potrai passare a trovarmi in studio!

E se ti fa piacere iscriviti al mio canale You Tube al link qui di seguito per tenerti aggiornato!!!

Buon allenamento a tutti!